Shalom! Come tutte le città portuali,Tel Aviv, da dove vi scrivo in diretta, è un crogiolo di facce, cibi, architetture e lingue diverse. Era da tempo che volevo visitarla perché mi ha sempre attirato. Il mio divertimento quando mi trovo in una città cosmopolita è osservare lo stile delle persone e della città: come si vestono, dove vanno, cosa mangiano e cosa fanno gli insider! Le persone di Tel Aviv, i Tel Avivians, hanno facce intense e il piglio di persone concrete e pratiche. Sono super sportivi e salutisti qui: corrono sul lungo mare dalla mattina presto a notte fonda, fanno tappa ad allenarsi nelle palestre all’aperto sul mare, un po’ come a Miami, e la città brulica di bar e ristoranti con piatti vegan o comunque sani e ipocalorici.

Uno dei quartieri più stimolanti per chi come me ama lo street style (in tutte le sue manifestazioni) è a sud del centro, nel rettangolo tra Shenkin Street e Allenby Street, quello che Lonely Planet chiama il quartiere Hipster. Qui mi sono seduta una domenica a mangiare un avocado sandwich e ho rubato questi scatti di gente del quartiere. Gente bella, come piace dire a me, non bella gente. Dal dandy con la Kippah (il copricapo che i maschi osservanti indossano per non presentarsi a capo scoperto davanti a Dio), alla ragazzina super-stylish che non lascia nessun dettaglio al caso. Nel mezzo mille varianti, quasi sempre guidate da un certo gusto. Qui si respira understatement, siamo agli antipodi della fiera del logo ecco! Comfort e stile si combinano perfettamente, senza sforzo. Ok, qualche accessorio di designer solito noto appare qua e là, ma non è mai ostentato, piuttosto è abbinato ad outfit sobri o shabby chic.

Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting  Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image ConsultingTel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting

Le Tel Avivians non eccedono nemmeno nel makeup e nell’uso di tacchi alti. Al massimo un tocco di rossetto rosso o uno smalto acceso, e ai piedi si vedono solo slip-on, bikers o francesine. La loro femminilità la esprimono di più attraverso i capelli: l’80% li porta lunghi e sciolti sulle spalle, oppure raccolti ma nascosti sotto al Tichel, un foulard annodato in modo che formi una sorta di chignon molto voluminoso e femminile. Il Tichel viene indossato tradizionalmente dalle donne ebree sposate ma ovviamente è anche un accessorio di stile. A me piace moltissimo perché lo trovo esotico e raffinato allo stesso tempo. Anche le ragazze più giovani lo indossano, in modo più contemporaneo e stiloso, abbinandolo magari ad una gonna lunga e dei bikers.

Tel Aviv è una città che ha stile e dove si respira una bella energia: si vede si nel look dei suoi abitanti ma anche nella cura e nella varietà della sua cucina multietnica, nei bellissimi graffiti che decorano la città (io vado pazza per i graffiti!), sui balconi straripanti di piante, fiori e oggetti particolari, all’incrocio di una strada dove la cupola di una moschea si staglia contro l’acciaio e vetro di un grattacielo creando un equilibrio estetico sublime. Insomma non mi sbagliavo, la mia sensazione che fosse una città super cool non si è smentita e ora ho ancora davanti a me 6 giorni per godermela in ogni minimo dettaglio!

Tel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image ConsultingTel Aviv Style Report by Elisa Bonandini Image Consulting
P.S. Come sempre quando mi innamoro di un posto cerco di restargli “connessa” in qualche modo, quindi qui ho scovato lei, Karen Or, fashion blogger di “Street Chic Tel Aviv”, così potrò restare aggiornata su cosa succede in città! Se volete dare un’occhiata al suo blog la trovate qui: rel=”nofollow” http://www.streetchictelaviv.com/

Shalom e buon 2016 a tutti voi!

Baci e abbracci come se piovesse per chi condivide questo post!

Shares