L’orchidea è simbolo di sensualità, raffinatezza, lusso. Il galateo dei fiori vuole che un uomo la regali ad una donna quando la passione e il coinvolgimento sono corrisposti. Irene Angelini, founder della linea cosmetica bio Abeauty, ha fatto dell’orchidea il suo simbolo di ricerca della bellezza e della cura della pelle, con la sua collezione di creme Subasio, a base di orchidea selvatica raccolta sul Monte Subasio, in Umbria. Non usa solo orchidee Irene, ma anche altre materie prime del suo territorio…Una storia affascinante la sua, come dispensatrice di bellezza ed esperta sommelier, per questo ho deciso di raccontarvela! Tutto dei suoi prodotti, dal packaging alla composizione, parla di qualcosa che è fatto con amore pensando a quel momento quotidiano così importante per noi donne, in cui ci prendiamo cura di noi stesse spalmandoci una crema sul viso.

Irene come ti è venuta l’idea di creare una tua linea di prodotti di bellezza e perché?

La passione della mia famiglia per il Made in Italy è da sempre nel nostro DNA. Da sette generazioni nel vino, dapprima come viticoltori e poi come commercianti, ci distinguiamo per esclusività ed eccellenza. In questo borgo dell’Umbria (Spello), antico e famoso in tutto il mondo per il suo charme, ho imparato ad apprezzare la bellezza in tutte le sue forme. Da qui il passo è stato breve e naturale ampliando l’azienda a nuovi settori, partendo dalla cosmetica nel 2012: le materie prime umbre che usavamo nella vita di tutti i giorni volevamo impiegarle anche per la cura della persona ed ecco che nasce il concetto di Abeauty.

Perché hai scelto il bio? parli di certificazione ICEA riferendoti ai tuoi prodotti, che cos’è, cosa attesta, e quanto è diverso produrre in modo bio a livello di impegno e costi?

La scelta di puntare su una cosmetica biologica è stata naturale per me: amo il mio territorio e scegliere il biologico è sì importantissimo per la nostra pelle, ma aiuta ancor prima a preservare le nostre bellissime terre, spingendo anche le aziende che producono materie prime a coltivare in modo consapevole. La certificazione ICEA è l’unica riconosciuta a livello internazionale per quanto riguarda il bio ed, essendo noi una realtà che vuole trasmettere la bellezza del nostro territorio in tutto il mondo, l’abbiamo scelta per testimoniare la qualità della nostra cosmesi.
Ovviamente produrre a livello biologico è molto più impegnativo, e ottenere le certificazioni non è facile. Anche i costi sono più elevati, ma la salute della nostra pelle e del nostro territorio non hanno prezzo, quindi direi che ne vale decisamente la pena. Lo dico prima di tutto come consumatrice, perché è meritevole spendere di più per un prodotto di tangibile qualità, questo è il mio punto di vista.

Dei tuoi prodotti mi ha colpito il packaging oltre alla formulazione e alla profumazione, e quello che mi piace è il loro essere lussuosi e raffinati oltre che di altissima qualità. Grazie a questo ti differenzi molto da altri marchi bio che non curano particolarmente l’estetica delle confezioni. Si può dire che il tuo è un bio di lusso, dentro e fuori?

I nostri prodotti sono 100% Made in Italy, dal packaging alle materie prime e quindi il prodotto finale. E il Made in Italy è conosciuto in tutto il mondo per essere lusso, ricercatezza, bellezza, raffinatezza e qualità. Noi di Abeauty abbiamo voluto creare un connubio tra lusso e salute, per la nostra pelle e per la terra bellissima che abbiamo la fortuna di vivere.
Per questo motivo i nostri prodotti sono stati commercializzati inizialmente nei golf club, spa di lusso come Villa d’Este a Como, e poi nella catena di hotel Four Seasons all’estero, e gradualmente ci siamo allargati a dimore di charme e distribuzioni varie a livello internazionale partendo dall’Asia, l’Europa e ora il Nord America e Emirati Arabi, due new entries di questi ultimi mesi. Qui il marchio viene percepito proprio come prodotto bio di lusso e l’impatto è immediato. Siamo soliti pensare a prodotti basici quando ci si riferisce al biologico e al green, ma noi abbiamo voluto creare un qualcosa in più: un biologico di lusso e d’avanguardia visto l’impiego di materie prime di eccellenza e la lavorazione di artigiani per il packaging delle nostre collezioni. Insomma le nostre linee sono il perfetto connubio di tutto ciò, racchiudono tutte insieme questa filosofia che rappresenta tradizione e innovazione.

Zafferano, Cardo Mariano, Orchidea di Subasio, Olio d’oliva cuore verde e uve del Sagrantino sono 5 dei principi attivi sui cui basi i tuoi prodotti. Che benefici portano alla pelle?

Come ti dicevo tutto nasce dall’enoteca della mia famiglia (L’enoteca Properzio di Spello), qui ho cominciato ad apprezzare i vini e gli oli migliori. Questo mi ha incuriosito: queste materie prime eccezionali, che “curano l’anima” faranno bene anche alla pelle? Da qui è iniziato il mio nuovo percorso di studi dopo l’università e la scuola di sommellerie, per capire quanto queste materie prime facessero bene anche fuori e non solo all’anima. L’olio di Spello è un potentissimo nutriente, ottimo per le pelli secche, il vino e le uve di Sagrantino invece hanno forti proprietà anti-età per esempio. Poi ho cominciato a cercare e studiare con i nostri laboratori altre eccellenze che il nostro territorio poteva offrire. Recentemente abbiamo elaborato le notevoli proprietà dello zafferano di Cascia che è un potentissimo antiossidante e antimacchia completamente naturale e questo autunno lanceremo la medesima linea Zafaran completamente rinnovata.

Tra tutti i tuoi prodotti ce n’è uno “del cuore” che ami usare particolarmente anche tu e che si differenzia per qualche caratteristica particolare?

Il mio prodotto preferito è in assoluto la crema viso rigenerante anti-età della linea Subasio. E’ a base di orchidea selvatica che prendiamo direttamente dal monte Subasio, alla pendici di Spello dove vivo da sempre con la mia famiglia. Adoro il suo profumo e la sua texture che lascia la pelle morbida e per niente oleosa. E poi l’orchidea è un fiore che adoro personalmente e l’idea di averla sulla pelle mi esalta, è così delicata!  Avendo una pelle molto sensibile questo prodotto non mi crea nessun tipo di reazione o allergia ma va ad agire a fondo sui miei punti deboli. Abeauty è un concetto sano di cosmesi e ne sono io la prima testimonial, nella vita di tutti i giorni…potete davvero fidarvi!

Hai nuovi progetti futuri per Abeauty?

Ci stiamo evolvendo a livello internazionale tramite le più grandi fiere a cui partecipiamo attivamente ogni anno. L’anno scorso Hong Kong e Tokyo per esempio, mentre quest’anno Las Vegas e Dubai. La nostra è una realtà in continuo fermento (rimandando al tema vino a me molto caro!) e ogni anno realizziamo almeno una nuova collezione. Sto già valutando insieme al mio team la prossima linea che avrà delle sorprese in serbo per le nostre affezionate…ovviamente tutto certificato biologico! Ormai la cosmesi deve essere intesa solo come naturale visto che oggigiorno ci sono i mezzi per potersi prendere cura di sé in modo più consapevole, leggendo attentamente gli INCI di ogni prodotto che utilizziamo, per evitare brutte sorprese e sdoganare i soliti vecchi cliché.

Non mi resta che ringraziare Irene Angelini per essere stata gradita ospite del mio blog come esperta di elisir di bellezza e segnalarvi il sito di Abeauty dove potrete documentarvi sulla sua filosofia e acquistare direttamente i suoi prodotti: www.abeauty.it

Shares