Quando si parla dell’effetto che un make-up ben fatto può dare, e di quanto ci può migliorare, si fa spesso riferimento a tecniche non facili, o che comunqLess is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image Consultingue richiedono tempo e pratica, come il contouring, gli smokey eyes, le labbra laccate di colori intensi, l’eye-liner. Li vediamo sulle facce photoshoppate di modelle sedicenni su riviste di moda o in TV e rimaniamo ipnotizzate da tanta perfezione e bellezza, ci fanno proprio sognare… Poi ci siamo noi, le donne reali, quelle che non rimangono ferme ai 16 anni, e che devono decidere la mattina se mettere l’eye-liner oppure prendere il treno in orario per essere in ufficio in tempo per le 9, perché per fare tutte e due ti devi alzare 40 minuti prima del solito! Ho truccato moltissime donne, e quello che cerco di trasmettere nelle mie lezioni di make-up è che a volte è meglio non provarci nemmeno a ricreare “effetti photoshop”, perché quello che conta (e quello che nella realtà abbiamo tempo di fare la mattina) sono solo 3 cose, che  sono poi quelle che influiscono di più nella percezione positiva del nostro viso. Meglio poco, ma fatto molto bene!

I problemi che riscontro di più sono l’incarnato spento e disomogeneo (macchie, rossori…), gli occhi cerchiati da occhiaie scure, la pelle del contorno occhi disidratata, e labbra secche. Tutto questo fa apparire il viso stanco, invecchiato e trascurato. Il mio consiglio quindi è di impratichirsi su pochi passaggi, ma farli così bene da poter cambiare radicalmente il percepito del vostro viso (perché tutte noi vogliamo dare al mondo quella sensazione che abbiamo dormito 10 ore vero?!).

Ora immaginate che sia mattina, siete davanti allo specchio e tra 1 ora dovete essere al lavoro. Fate partire un cronometro impostato su 10 minuti, e in questi 10 minuti quello che dovete fare è questo…

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image Consulting

Fondotinta: il segreto è nella stesura

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image ConsultingDopo aver lavato il viso e aver messo la vostra crema idratante, stendete il fondotinta: non con le mani, non con la spugnetta, non con il pennello a lingua di gatto, bensì con questo pennello che vedete in foto (in gergo si chiama stippling brush e in YouTube trovate molti tutorial su come si usa). Con questo pennello e un buon fondotinta liquido dalla formulazione coprente viene un capolavoro! Si perché mi spendete dei capitali per comprare fondotinta di Chanel, Armani, Estee Lauder & company, avete delle trousse che manco i make-up artist di Hollywood, ma non pensate che quello che può fare la differenza è anche la stesura di un prodotto e non solo il prodotto in sé! Con questo pennello la stesura del fondotinta è più veloce, e l’effetto è più leggero e omogeneo (come se vi foste truccate con l’aerografo!). Spennellate bene anche sugli occhi, con movimenti circolari, e insistete sul contorno occhi per attenuare quell’alone di scuro che vi fa sembrare come se non aveste dormito per 1 anno! Un fondotinta messo bene fa già miracoli! Se poi lo scuro intorno agli occhi è ancora evidente potete ripassare il fondotinta o picchiettare sopra al fondotinta un pochino di correttore in crema, e poi fissate il tutto con della cipria trasparente (quella bianca che sembra borotalco per intenderci!). Finite con un tocco di fard o blush sotto gli zigomi e una è andata…la pelle priva di aloni scuri, macchie, rossori, guadagna tantissimo in freschezza e giovinezza. E’ come togliervi 2/3 anni all’istante, e la differenza sta proprio nella stesura del fondotinta!

Lo sguardo: il mascara è la chiave

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image ConsultingAhh a me piace tanto l’effetto smokey eyes o l’eye-liner bello spesso con la virgola che guarda all’insù che fa gli occhi da gatto” mi dite! Si certo anch’io vorrei tutti i giorni gli occhi alla Jennifer Lopez dopo 2 ore di trucco prima di salire sul red carpet, ma non si può fare. E soprattutto, qualsiasi cosa facciate la mattina, tempo 2 ore e da Jennifer Lopez vi trasformate in Po, il protagonista di Kung Fu Panda. Allora quello che dovete fare è definire lo sguardo in due veloci mosse: 1) Riempite le sopracciglia con un ombretto o matita dello stesso colore, perché delle sopracciglia ben disegnate e piene già contribuiscono molto ad intensificare lo sguardo, e 2) Via di mascara sopra e sotto. Dimenticatevi l’ombretto, la matita, l’eye-liner…puntate sulle ciglia, che se vengono ben aperte e definite una ad una col mascara nero, ingrandiscono e definiscono molto l’occhio. Preferite quelli con lo scovolino in setole, che funziona meglio di quello in gomma. Quelle che mi dicono “No guarda a me il mascara dà fastidio e irrita, non lo uso…” non le posso sentire! Vi private di una delle invenzioni più geniali di tutti i tempi per due lacrimucce?! Correte a comprare un mascara anti-allergico bio e datevelo come se non ci fosse un domani per favore, perché con le ciglia totalmente nude non vi posso vedere!

Le labbra: mai nude

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image ConsultingQui avete due strade: colore o non colore. L’importante sono 2 cose: 1) Che le labbra siano idratate e lisce e se il contorno è frastagliato, non ben definito, e le labbra sono molto sottili o asimmetriche, riprendete il contorno con una matita dello stesso colore delle vostre labbra. Fatto questo, (idratazione e contorno), si passa allo step 2) Mettete il rossetto che vi pare, che sia neutro o intenso l’importante è non lasciarle abbandonate a se stesse perché delle labbra con un minimo di colore, o un effetto glossy, sono la ciliegina sulla torta del vostro beauty look. Se optate per un rosso va tenuto sotto controllo costantemente durante il giorno, perché l’effetto ho mangiato i fusilli al pomodoro a pranzo non è il massimo dell’eleganza ecco.

Il tocco finale

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image ConsultingSe poi siete particolarmente diligenti vi svelo un trucco a cui anch’io non rinuncio mai e fa davvero la differenza nella tenuta del trucco fino a sera: prima di uscire di casa spruzzatevi sul viso uno spray fissante da trucco o dell’acqua termale. Provare per credere!
Poi tenetelo in borsa e se durante la giornata vi date una ritoccata generale al trucco completatela con un’altra spruzzata rinfrescante. Io attualmente sto usando la nebbia fissante di Neve Cosmetics e la adoro, non riesco più a farne a meno!
Lo spray fissante o l’acqua termale oltre a fissare il trucco attenuano anche l’effetto “gesso” dovuto al fondotinta combinato alla cipria e danno un aspetto più naturale.

 

Capito ragazze? è inutile accanirsi su virtuosismi, colori, sfumature, effetti da red carpet…semplicemente ripristinando il contrasto tra una pelle omogenea, delle ciglia e sopracciglia ben definite ed intense, e delle labbra curate, avrete raggiunto un obiettivo non indifferente: quello di sembrare più giovani e luminose, perché la percezione di un viso stanco e invecchiato dipende proprio da questo contrasto che via via nel tempo, ahimè, sbiadisce, e dall’incremento di ombre e macchie sul viso.

Less is more, 3 step da fare in 10 minuti e la percezione del viso cambia da così a così_Elisa Bonandini Image Consulting

Se poi là fuori qualcuna di voi non si sente sicura di riuscire a riprodurre bene quanto ho spiegato e vorrebbe le basi per imparare a farlo senza errori mi contatti qui: info@elisabonandini-imageconsulting.com,  per una lezione di make-up one to one in cui svelerò tanti altri segreti…

 

Shares