Viviana Veglia è un’artista (oltre che una bellissima donna). Perché per me una professionista che dai visi tira fuori capolavori di bellezza e glamour ha un talento al pari di un pittore che immortala un paesaggio di grande impatto, o uno scultore che crea dal nulla una statua sinuosa. La seguo in Facebook da tempo e ogni volta che vedo i suoi “prima” e “dopo” mi emoziono, perché mi metto nei panni di quelle donne, immagino il loro stupore e la gioia nel vedersi reinterpretate da una grande make-up artist come Viviana. Il suo è uno stile di make-up deciso, definito, curatissimo nei dettagli. Per questo le sue trasformazioni sono spettacolari…


Potevo quindi non averla ospite nel mio blog, una professionista tanto brava, e non carpirle qualche segreto per voi? Le lascio subito la parola!

Viviana presentaci “Viviana Veglia Make-up”, il tuo brand. Chi sei e cosa caratterizza il tuo lavoro? Quante donne hai truccato fino ad oggi?

Viviana è una mente creativa è un po’ pazzerella amante della moda e della cosmetica. Il mondo del make up riesce ad unire perfettamente questo binomio. Dopo diversi anni di formazione, collaboro da circa 3 con la Diego Dalla Palma Milano che considero oramai la mia seconda famiglia. È un brand che rispecchia appieno anche la mia personalità, essendo un marchio altamente professionale, ma allo stesso tempo esuberante. Non ho ancora avuto modo di contare tutte le donne che truccato, ma sicuramente il make up da diversi anni è un’ondata di energia positiva che stravolge piacevolmente le mie giornate, perché posso godere dei sorrisi di tante donne che riscoprono “quanto sono belle”.

 

Dai 40 anni iniziano a comparire imperfezioni che intralciano la buona riuscita del make-up. Dal tuo punto di vista, per apparire più giovani e curate, su cosa bisogna puntare?

Per un ottimo make up (a qualsiasi età) è importante soprattutto curare la propria pelle. Lo skin care è importantissimo! La pelle rappresenta la trama su cui realizzare il trucco, e più è curata, più bello sarà il risultato. Dai 40 in su per il make up vale la regola less is more. E’ importante utilizzare fondotinta leggeri ad effetto seconda pelle per evitare di mettere in evidenza eventuali linee di espressione, prediligere ombretti opachi e non glitterati, optare per ciprie in polvere libera che grazie alla loro texture leggera donano un effetto opaco alla pelle ed un aspetto molto naturale al viso.

 

Qualità del prodotto verso applicazione del prodotto: quanto pesano in % per la riuscita di un buon make-up?

I prodotti sono importantissimi. Vale la stessa regola per la cucina, non si può creare un buon piatto se gli ingredienti non sono di prima qualità. Anche nel make up per ottenere un ottimo risultato bisogna cercare di scegliere prodotti di ottima qualità, soprattutto perché saranno a contatto con il nostro viso tutto il giorno e garantiranno un’ottima tenuta.

 

Questione fondotinta. Spesso donne con una pelle matura rinunciano al fondotinta perché non riescono a trovare la formulazione e il colore più adatti, e pensano che le invecchi invece che ringiovanirle. Ci sveli i tuoi 3 segreti per scegliere (e applicare) il fondotinta perfettamente?

Nessuna donna dovrebbe mai rinunciare al fondotinta. Purtroppo molte donne sbagliano a sceglierlo (sia la tipologia di prodotto che la tonalità). Il fondotinta, oltre ad uniformare l’incarnato, rappresenta un modo per proteggere la nostra pelle dagli agenti inquinanti e dai raggi UV. Dopo i 40 è bene optare per:

  • Fondotinta con una coprenza medio-bassa, fluidi o compatti in crema;
  • Fondotinta che contengano ingredienti anti-age e botox-like per un effetto liftante e trattante;
  • Fondotinta con fattore di protezione dai raggi UV.

Inoltre ricordate sempre di scegliere la giusta tonalità di fondotinta. Mai troppo scuro per evitare che invecchi il viso.

Le rughette intorno agli occhi e sulle palpebre impediscono una buona stesura dell’ombretto e della matita (se non si è delle professioniste del mestiere). Ci consigli un buon prodotto da utilizzare prima del trucco occhi, che le minimizzi un po’?

In questi casi è sempre bene idratare la zona del contorno occhi prima di iniziare la seduta make up con appositi prodotti di skin care (vi consiglio vivamente il contorno occhi Time Control di Diego Dalla Palma Milano che con la sua formulazione distende le rughe del contorno occhi e dona un’immediata sensazione di elasticità e compattezza). Una volta fatto questo uniformate eventuali discromie del contorno occhi con un correttore, applicandone una piccola quantità anche sulla palpebra e sfumando per bene il prodotto con i polpastrelli. Prediligete ombretti opachi o leggermente satinati. Gli ombretti brillantinati accentuano il problema.

Mai realizzare linee di eyeliner o di matita non sfumate. Per le donne che presentano dei segni di espressione nella zona del contorno occhi tutto ciò peggiora la situazione (soprattutto per chi non ha una pelle tonica ed elastica).

Secondo te quali sono le 3 cose che invecchiano visivamente nel make-up?

  1. Una base make up troppo scura;
  2. Un’arcata sopraccigliare non curata (nel caso in cui fosse abbastanza rada è sempre necessario ricostruirla con appositi prodotti come una matita sopracciglia);
  3. Usare troppi prodotti in polvere. I prodotti in polvere tendono a sedimentarsi nelle rughe andando ad accentuare i difetti.

 

Nella tua carriera hai truccato moltissime donne. Qual è, secondo la tua esperienza, il problema più comune che ti chiedono di camuffare e come lo fai?

La richiesta più frequente è quella di poter coprire le occhiaie. Anche qui gioca un ruolo importante la tipologia di prodotto. Per un contorno occhi molto segnato con una discromia evidente, è sempre bene optare per un prodotto fluido (facilmente assorbibile dalla pelle) che tenda a coprire ed illuminare senza segnare.

Moltissime donne rinunciano completamente al trucco e sottovalutando il suo potere. Sono frenate dal fatto di non avere la manualità per applicarlo. Secondo te quanto pesa il trucco nell’immagine di una donna, e quanto può aiutarla ad essere percepita in modo migliore?

Il nostro viso, come il resto della nostra immagine, rappresenta il nostro biglietto da visita. Ma, al di là di questo, rappresenta un modo per volersi bene. Molte donne perdono fiducia in sé stesse perché inevitabilmente, pensando a lavoro e famiglia, spesso si ritrovano a trascurarsi un po’. Tutto ciò non deve avvenire, perché stando bene con la nostra immagine, staremo meglio anche con gli altri. Per cui è IMPORTANTISSIMO saper valorizzare il nostro viso con un bel make up, e sfoggiando un bel sorriso come solo noi donne sappiamo fare  🙂

 

Viviana è una professionista affermata e super-impegnata, che viaggia costantemente su e giù per L’italia e non solo, ma nonostante ciò ha trovato il tempo (e l’umiltà), per essere mia ospite qui e io non posso che ringraziarla per la sua generosità e gentilezza.

Se volete seguirla la trovate qui Sito di Viviana Veglia, oppure qui Pagina Facebook di Viviana Veglia. 

Shares