Rebecca Galvani Stylist_Intervista di Elisa Bonandini Image ConsultingQuando incontro persone che mi affascinano nel mondo dell’immagine e dello stile mi prende un istinto da condivisione pazzesco! Fortuna che ho un blog e posso sfogarmi con voi. Allora oggi vi presento una ragazza très charmante, e uso il francese non a caso. Rebecca Galvani infatti, è 50% francese e 50% italiana, nata a Tolosa (e vissuta lì per 7 anni), vissuta poi a Nizza (per  10 anni), a Milano (5 anni), a New York (2 mesi), a Shanghai (2 anni) e attualmente si trova a Dubai (è tutto a posto, è un sagittario, e i sagittari nascono con il trolley come estensione naturale della mano). Insomma Rebecca è una stylist globetrotter! L’ho conosciuta collaborando alla realizzazione delle immagini per la sua collezione di giacche MaVesta Primavera/Estate 2016, (guardate qui il servizio pubblicato su Jute Magazine: http://www.jutefashionmagazine.com/webitorial/bella-milano-by-valentina-mari/) e quello che mi ha colpito subito di lei è il suo stile innato. Essenziale ma ricercato, un mix un po’ francese un po’ italiano, estremamente femminile. I suoi look sono così perfetti che, come le dissi una volta, non aggiungeresti nè toglieresti nulla, questo è il suo grande talento. Ho deciso di intervistarla perché vorrei farvi entrare nel dorato mondo dello styling attraverso una professionista che ha lavorato per e con fashion brand internazionali molto prestigiosi, e farvi prendere spunto dalle “perle di stile” di Rebecca! Lascio la parola a lei…

Presentati Rebecca, chi sei e cosa fai?

Sono Rebecca, ho 26 anni, e sono una cittadina del mondo! Il fatto di vivere e viaggiare spesso all’estero ha determinato il mio stile attuale e dai miei viaggi traggo sempre grande ispirazione per il mio lavoro. Ho studiato all’Istituto Marangoni a Milano, ma già mentre studiavo ho fatto degli stage, da Marchesa a New York (gli abiti che spesso le attrici di Hollywood indossano sui red carpet e che anche Michelle Obama ama indossare!), da Loro Piana nell’ufficio PR e comunicazione. Ho lavorato poi come stylist free lance per riviste come Monsieur,  Maxim e Soglitter The Luxury Lifestyle, per cui curavo lo styling dei loro servizi moda, e fatto campagne vendita come venditrice per Ralph Lauren, Blumarine, Max Mara, Jean Paul Gaultier e Cedric Charlier. Poi, grazie al lavoro del mio fidanzato Alexandru che lo porta a viaggiare molto, ho avuto l’opportunità di trasferirmi a Shanghai per 2 anni, e qui ho creato la mia linea di giacche MaVesta, giacche da donna su misura e personalizzabili nei tessuti e colori.

MaVesta Sketch by Rebecca_Elisa Bonandini Image Consulting   MaVesta giacche_Elisa Bonandini Image Consulting

Dal tuo punto di vista che differenza c’è tra il lavoro di stylist che fai tu, e quello di consulente di immagine che invece faccio io?

Dal mio punto di vista la consulenza di immagine si concentra più sullo studio della persona nella sua fisionomia, e dà consigli di makeup, hairstyle e sulla figura, non solamente sull’outfit. La stylist invece si concentra principalmente su abbigliamento e accessori e interviene meno sulla fisionomia di una persona. Il mio lavoro di styling è individuare lo stile di una persona e lavorare su quello, non per stravolgerlo, ma per migliorarlo partendo da quello che c’è, lavorando però solo con abiti e accessori.

Rebecca Galvani Stylist_Intervista by Elisa Bonandini Image Consulting

Eh si proprio così! Il consulente di immagine interviene a 360° sulla persona. Analizza viso, incarnato, taglio di capelli, makeup e stile nel vestirsi e accessoriarsi e dopo aver analizzato ciò che funziona e ciò che non funziona si adopera per migliorare l’aspetto in generale della persona. Lo stylist è molto bravo a comporre look d’effetto avvalendosi di abiti e accessori ma non interviene più di tanto nella parte beauty ed hairstyle.

C’è differenza invece tra essere stylist e costumista (termine che spesso appare nel mondo del cinema, del teatro e della tv)?

Sono due lavori completamente diversi. Io ho fatto un’esperienza di costumista per dei video e spot pubblicitari e in questo caso si crea un look secondo quello che viene chiesto dalla produzione. Non c’è dunque molta creatività nè ricerca, ci si limita a reperire capi e accessori richiesti. Invece nel lavoro di stylist c’è moltissima ricerca per creare un mood, un concetto stilistico, e costruirlo attraverso l’abbigliamento e gli accessori.

Quando devi creare un outfit per una persona da che cosa parti e quali sono gli elementi che tieni in considerazione?

Parto dallo stile e dalla fisicità della persona per poter scegliere i tagli più giusti che penso possano stare bene per quel tipo di fisico. Poi scelgo un capo principale (ad esempio una camicia o un vestito) che detta lo stile dell’outfit che voglio creare e mano a mano lo completo fino agli accessori.

Ecco una pillola di stile di Rebecca da tenere in considerazione: per creare un outfit d’impatto partite da un pezzo forte che subito dà carattere al look e detta lo stile che dovete ricreare, che sia un abito o una camicia ad esempio, e poi piano piano ci aggiungete il resto dosando colori e tessuti.

Rebecca Galvani Styling for Soglitter_Elisa Bonandini Image Consulting
                                                         Styling di Rebecca per Soglitter The Luxury Lifestyle

Tra abbigliamento e accessori, avendo un budget limitato e dovendo scegliere dove investire un po’ di più a livello di qualità e design, su cosa consigli di puntare?

Io consiglio di puntare sempre su un capo principale che detta lo stile dell’outfit come detto fino ad ora. Quello deve essere di qualità, ma non significa che debba costare per forza tanto! Poi certo gli accessori rifiniscono e aiutano.

MaVesta By Rebecca_Intervista di Elisa Bonandini Image ConsultingHai creato una tua linea di giacche da donna (maVesta.com) che disegni personalmente, quindi sei anche stilista. Perché hai scelto di dedicarti in particolar modo a questo capo?

Perché come ho detto fino ad ora per me è importante nel proprio look definire qual è il capo principale, e la giacca dal mio punto di vista è un capo “fancy” che anche se sei totalmente minimal in tutto il resto, rende incisivo il look. Mi piace questo capo anche per me stessa, perché amo come veste il mio busto e da sempre la utilizzo che io stia indossando un abito elegante o un jeans e maglietta, per rendere il mio look sempre riconoscibile.

Concordo appieno con ciò che dice Rebecca. In un look ci vuole sempre qualcosa di “strutturato” e che vesta nel senso fisico e letterale del termine. Quando vedo un uomo o una donna indossare una giacca, anche se per il resto è minimal e semplice, mi dà la sensazione che la sua immagine sia più curata. La struttura della giacca con i suoi dettagli, la fodera, e il tessuto, dà più struttura e impatto all’immagine della persona. Quelle create da Rebecca sono deliziose e sono su misura! La mia futura giacca MaVesta (modello Jeanne) è già in viaggio da Shanghai a Milano in questo momento e non vedo l’ora di averla con me! Andate a vedere le sue giacche qui: www.mavesta.com e se volete contattarla per chiedere informazioni scrivetele qui: info@mavesta.com

Rebecca Galvani stylist_intervistata da Elisa Bonandini Image Consulting Rebecca Galvani_Intervista by Elisa Bonandini Image Consulting

Rebecca indossa la sua giacca MaVesta modello “Jeanne”.

Per te cosa significa avere stile? Come definisci il tuo di stile?

Lo stile non è fatto di come ci si veste e basta. E’ un mix tra abiti, atteggiamento, postura, modi, educazione. Il mio stile, per via delle mie origini francesi, è un mix tra Francia e Italia! Mi piace essere elegante e curare i dettagli. Non sono una big fan dei pezzi visti e rivisti in campagne pubblicitarie, su riviste e persone, mi piace piuttosto fare ricerca, indossare capi o accessori di stilisti emergenti che si differenziano non tanto perché sono estrosi, perché a me piace comunque l’eleganza e la sobrietà, ma per il taglio o qualche particolare che subito fa notare come sia una creazione diversa. Faccio ricerca viaggiando e incontrando designer di diverse culture, poi guardo in Instagram e nel web, qui trovo moltissima ispirazione e scopro stili e brand nuovi.

From Dubai with love_Intervista a Rebecca Galvani by Elisa BonandiniIn questo momento vivi e lavori a Dubai. Com’è lo stile li? Come si vestono/truccano le arabe?

Le arabe sono super-stilose! Anche se indossano l’abaya al di sotto sono vestite benissimo! (E qui scusa se ti interrompo Rebecca mi viene in mente il film Sex and the city 2 ambientato ad Abu Dhabi quando nella scena del bazar le ragazze conoscono un gruppetto di arabe che tolgono l’abaya e sotto sembrano uscite da Vogue!Mitica!). Curano gli accessori, e si dotano di scarpe e borse si di brand internazionali ma in edizioni limitate. Certo hanno molto budget, ma anche molto gusto, non basta avere un buon budget per avere stile! Una Louis Vuitton media che si vede a Dubai è comunque un modello più particolare rispetto ad una borsa dello stesso brand che si può vedere in Italia. Osano nei colori e nelle grafiche. Il loro stile è pop, elegante ma sempre con un tocco che lo rende grintoso e contemporaneo. In generale amano moltissimo la moda e curano estremamente il make-up, qui sono tutte truccate meravigliosamente! (E io vorrei aggiungere che Dolce&Gabbana ha lanciato per le muslim girls una propria linea di abaya super fashion che trovate qui: http://www.vogue.com/13384616/dolce-gabbana-hijab-abaya-collection/ )

Rebecca mi stai facendo sognare…Sono stata a Dubai nel 2007 e già mi era piaciuta un sacco, ora dopo questi racconti mi è venuta voglia di tornare! Sono andata a vedermi qualche fashion blog di street style a Dubai e ho scoperto questo che mi piace da morire e che seguirò di certo! Ho scelto per voi qualche look che secondo me risponde alla descrizione di Rebecca delle “Dubai girls”. Che ne dite?
E se vi piace seguitelo: 
http://www.sandinthecity.net/

Dubai Street Style_Elisa Bonandini Image Consulting Dubai Street Style_Elisa Bonandini Image Consulting Dubai Street Style_Elisa Bonandini Image Consulting Dubai Street Style_Elisa Bonandini Image Consulting Dubai Street Style_Elisa Bonandini Image Consulting
Immagini da Sand in the city, fashion blog di street style a Dubai

Ringrazio Rebecca per avermi raccontato un pò del suo lavoro di stylist e avermi fatto sognare in diretta da Dubai (dite la verità che avete un pò sognato anche voi!), e a questo punto aspetto il suo prossimo trasferimento da stylist globetrotter quale è, in una nuova capitale dello street style!

 

 

Shares